Dove trovare lavoro come fotografo

Indice

Uno dei principali problemi quando si inizia a fotografare in maniera professionale (ma anche se si è già professionisti affermati) è quella di riuscire a trovare dei committenti, ovvero persone o aziende disposte a pagarti per i tuoi lavori.

Abbiamo già trattato il come intraprendere la carriera da fotografo professionista, dall’apertura della p.iva alle competenze da acquisire, in questo articolo dedicato: “Come dinventare fotografo professionista“; adesso vediamo invece dove puoi proporti per lavorare.

Partiamo dalle soluzioni “di routine”, dove tutti più o meno iniziano, e passiamo poi alle modalità più recenti, una caratteristica comune è però quella che, grazie alle nuove tecnologie, ai social network ed al sempre maggior bisogno delle attività di promuoversi, è possibile riuscire a trarre guadagno anche da generi che in passato servivano quasi esclusivamente a darsi visibilità, proprio come la prima categoria di lavori che andiamo adesso a vedere.

Fotografo nei locali

Quello di fotografare le persone all’interno di locali e discoteche è probabilmente un primo step che tutti hanno più o meno hanno vissuto. Ottimo per fare gavetta ed iniziare a farsi conoscere, sicuramente dal punto di vista economico non porta grandi soddisfazioni.

Data la tipologia di lavoro è sicuramente adatto ai giovanissimi, dai 18 ai 22 anni, bisogna però dire che, grazie all’avvento di internet e dei social network, è possibile trasformare questa tipologia di lavoro in una fonte reale di sostentamento.

Non richiede grandi investimenti, se non la macchina fotografica ed un flash e se si è particolarmente “smart” è possibile proporsi come gestore delle pagine social del locale (magari appoggiandosi ad un esperto social media manager) così da poter aumentare la richiesta economica e l’utilità percepita del proprio lavoro.

Fotografo per eventi

Anche il fotografo di eventi è un’attività che può portare dei risultati economici se svolta in maniera consapevole, non parlo ovviamente delle feste di paese, nelle quali non c’è alcun guadagno nel 99% dei casi, ma di eventi privati come battesimi o eventi sportivi particolarmente sentiti.

Un esempio? Dimentica le partite di calcio e pallavolo, molto mainstream ma difficilmente monetizzabili, pensa invece alle gare di equitazione destinate ai bambini oppure agli esami di arti marziali.

L’investimento è superiore in quanto, in queste occasioni, bisogna essere almeno in due (uno scatta e l’altro stampa) ed avere una stampante fotografia come la Mitsubishi CP-D80DW o simili, che ti permette di consegnare immediatamente i lavori ai partecipanti, ma anche il guadagno spesso è maggiore.

Ricordati di riconoscere una percentuale all’organizzazione, che sarà così più che felice di collaborare con te e di dare un servizio in più ai partecipanti.

Fotografo di matrimoni

La scelta probabilmente più banale e sicuramente uno degli ambiti più complessi dei quali poter lavorare. Certo, rispetto ad un tempo, la strada del fotografo di matrimoni è estremamente più semplice da seguire e le competenze dal punto di vista tecnico sono enormemente minori.

Chi come me ha vissuto l’epoca dell’analogico si ricorderà i rullini da 36 pose delle reflex o le pellicole 6×6 120 per la Hasselblad, all’epoca col cavolo che potevi permetterti di scattare 100 fotografie a raffica a 1600iso per non perderti l’attimo.

Ma non divaghiamo, la fotografia di matrimonio è ovviamente molto più accessibile e di conseguenza anche la concorrenza è estremamente alta, questo vuol dire dover fare delle belle fotografie ma anche essere in grado di proporsi e farsi apprezzare da persone che di fotografia non se ne intendono e non distinguono una foto fatta con i filtri Instagram ed una invece proveniente da una full frame e post-prodotta in Lightroom.

Tutto questo lo tratto in maniera molto specifica in FotoHero, dove si impara proprio il come trasformare la proria professione di fotografo in un’attività imprenditoriale e scalabile, esattamente come dovrebbe essere.

Fotografo di cronaca

Fino a qualche anno fa si potevano avere discreti risultati fotografando per giornali e riviste, benché siano rimasti ancora dei segmenti interessanti (come la fotografia dei VIP) generalmente la professione del fotografo di cronaca è man mano decaduta, abbassando sempre di più margini ed opportunità.

È un tipo di specializzazione che molto difficilmente posso andare a consigliare, per moltissimi motivi che non vale nemmeno la pena di elencare.

Ma se vuoi un articolo dedicato non farti problemi a chiedermelo, se c’è interesse sarò felice di pubblicarlo 🙂.

Fotografo per Influencer

Iniziamo con la prima nuova professione di questa lista, un qualcosa che non esisteva fino a qualche anno fa ma che oggi è una solida realtà con richieste in aumento giorno dopo giorno.

Come ben saprai crescono sempre di più gli “influencer” o presunti tali, ovvero persone che vogliono provare a sfondare sui social promuvendo se stesse e che hanno di conseguenza bisogno di qualcuno che gli dia una mano a realizzare immagini interessanti e di impatto.

Molti si arrangiano da soli, ma moltissimi hanno bisogno di un aiuto, che sia qualcuno che gli spieghi come fare le foto oppure, per quelli più strutturati, di qualcuno che fisicamente realizzi gli scatti e gli consegni pronti all’uso.

È un lavoro diverso dal solito, con l’unico contro che difficilmente potrai farlo al di fuori di Milano e Roma.

Travel blogger

Non farti trarre in inganno dal fatto che non c’è la parola “foto” nel titolo, il travel blogger è a tutti gli effetti un fotografo che racconta le sue mete attraverso le immagini, con l’unica differenza che non può permettersi di farlo senza mettersi in giorno in prima persona.

Senz’ombra di dubbio è possibile limitarsi a postare le proprie fotografie su Instagram, ma questo limita in maniera notevole l’efficacia delle proprie immagini, che devono invece essere correlate dalle esperienze di viaggio.

Il fotografo si trasforma in narratore ed amico fidato, che racconta le proprie avventure portando immagini straordinarie e di effetto. Richiede grande sensibilità, empatia e voglia di mostrarsi. Oltre alla capacità di girare video.

Sicuramente non un lavoro per tutti, se come me preferisci stare dietro l’obiettivo e ti riesce difficile mostrare le tue esperienze personali, allora probabilmente non fa per te.

Altra particolarità, il travel blogger si fa conoscere grazie alle sue foto ma non guadagna direttamente da esse, ma da collaborazioni pubblicitarie o di altro tipo con brand ed attività come, ad esempio, agenzie di viaggio.

Fotografo new born

Disciplina importata dagli Stati Uniti, il fotografo new born è specializzato nella fotografia di neonati, in particolare nei primi mesi di vita. È un tipo di fotografia estremamente complesso proprio per via della sua natura, fotografare un bambino così piccolo richiedere infatti grandi capacità tecniche, moltissime attenzioni che normalmente non devono essere prese in considerazione e la capacità di instaurare una forte sintonia con la madre.

Se se interessato a questo genere ti consiglio di andare, appena finito l’articolo, a vederti la video intervista con Mauro Aluffi, uno dei più importanti e bravi fotografi newborn che io conosca.

Fotografo Aziendale

Un campo che ha subito enormi modifiche è sicuramente quello della fotografia aziendale che, a dirla tutta, vuol dire poco o nulla. Essa infatti si dirama in una quantità strabiliante di settori, che vanno dallo still life alla foto di beverage, passando dalla fotografia dedicata agli immobili e quella dei gioielli.

Ognuna ha delle richieste specifiche, sia come attrezzatura (a volte anche molto costosa) sia come approccio all’immagine, non è raro infatti in alcuni ambiti lavorare insieme a team esterni che supervisionano il lavoro, in modo che il risultato finale sia soddisfacente non solo per te ma per le esigenze di tutti.

Un buon modo per iniziare in questo ambito è lavorare insieme ad un grafico e proporsi per la creazione di depliant aziendale e, perché no, dei menu delle gelaterie.

Conclusioni

Ho cercato di riportare solo le professioni con cui ho esperienza diretta, come vedi mancano moltissime categorie come il fotografo di moda, quello paesaggistico, il fotografo sportivo e di architettura.

Non le ho citate in quanto non conoscendo appieno questi settori non ho voluto dare opinioni poco realistiche.

Ovviamente, se hai esperienza in merito, puoi contattarmi! Potremmo addirittura organizzare una video intervista che verrà pubblicata sul canale YouTube di FotoImprenditore.

Banner apertura community FotoHero

Sono aperte le iscrizioni alla LISTA DI ATTESA per FotoHero, la prima community dedicata esclusivamente a fotografi PROFESSIONISTI.

Un luogo dove NON IMPARI A FOTOGRAFARE, ma ad ottenere più clienti, creare il tuo personal brand e migliorare il tuo posizionamento online.

Stai per assistere al lancio di qualcosa di mai visto! Vuoi scoprire di cosa si tratta?

Lascia qua i tuoi contatti ed appena lanceremo sarai il primo a saperlo!

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
Linkdin
Condividi su pinterest
Pinterest
Roberto

Roberto

Creatore di FotoImprenditore e del blog robertotarzia.com. Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web?! Aiuto fotografi e professionisti dell'immagine a sviluppare il loro business online.