Il fotografo di Obama può scattare con una Graflex. Tu puoi?

Indice

Pete Souza è conosciuto anche come “il fotografo di Obama”, è un professionista di quasi 70 anni che per anni ha lavorato a fianco del presidente degli Stati Uniti di America alla Casa Bianca, producendo, fra le altre cose, il foto libro “Obama: an intimate portrait”.

Sicuramente un fotografo fuori dal comune, balzato agli onori della cronaca qualche mese fa per uno scatto che lo vede ritratto mentre carica la lastra all’interno della sua macchina fotografica Graflex Aero-Liberator 3.25×4.25 Super D.

Peter Souza ritratto con macchina Graflex
Peter Souza ritratto con macchina Graflex Aero-Liberator

Se non dovessi conoscerlo, è un marchio americano nato nel 1887 come Folmer and Schwing Manufacturing Company che, dopo vari cambi di proprietà, ha cambiato nome in Graflex Inc. nel 1946. Ha prodotto macchine fotografiche analogiche fra la fine del 1800 e la metà del 1900. Da quello che ho potuto vedere l’ultima macchina fotografica prodotta risale al 1976 sotto  la proprietà della Toyo Co. che ha acquistato il marchio nel 1973 (fonte Wikipedia).

La domanda che mi sono fatto vedendo questo scatto è stata:

“chi si potrebbe permettere di scattare come fotografo ufficiale alla casa bianca, presentandosi con una macchina analogica di un secolo fa?”

La risposta più semplice alla domanda è “un fotografo sicuro di quello che sta facendo, in grado di portare a casa lo scatto nonostante l’attrezzatura e che vuole uscire dai soliti canoni della foografia digitale”.

La verità però è che questo grado di libertà artistica te lo puoi permettere solo se hai un brand affermato, se sei conosciuto ed il tuo committente si fida cecamente di te, di quello che stai facendo (e di come hai deciso di farlo).

Sappiamo fin troppo bene quanto sia importante non solo il sapere fare, ma anche il saper apparire. Arrivare ad un matrimonio con una simile attrezzatura farebbe storcere il naso ai più, ma se sei rinomato per il tuo stile allora tutto cambia. Quello che può sembrare kitsch si trasforma in arte e professionalità.

Ho più volte parlato di personal brand per fotografi, per esempio nell’articolo “come un fotografo dovrebbe curare il proprio personal brand” ed il punto è sempre lo stesso, devi essere in grado di creare una relazione con i tuoi utenti ed essere riconosciuto come un vero professionista nel tuo mestiere.

Pete (che lavora anche con macchine fotografiche modernissime, ovviamente) può permettersi di presentarsi con una Graflex in quanto è risconosciuto e rispettato nel suo settore e nessuno si sognerebbe di mettere in discussione le sue tecniche stilistiche. Potrai non essere d’accordo, ma difficilmente potrai dire che non sa quello che sta facendo.

Purtroppo per fare questo non basta saper scattare belle fotografie, ripeto continuamente che il “bello” è quanto di più soggettivo esista al mondo e non è un parametro che puoi tenere in considerazione, quello che conta è come comunichi quello che fai. Ovviamente il risultato deve essere apprezzabile, ma è la storia che c’è dietro il fotografo che fa la differenza.

Spero questa breve riflessione possa esserti di aiuto nel tuo lavoro e nella cura del tuo personal brand.

Ricordati, se sei un fotografo, di dare un occhio al mio progetto FotoHero, dove ci sono una serie di capitoli che parlano proprio di personal brand.

Alla prossima.

Banner apertura community FotoHero

Sono aperte le iscrizioni alla LISTA DI ATTESA per FotoHero, la prima community dedicata esclusivamente a fotografi PROFESSIONISTI.

Un luogo dove NON IMPARI A FOTOGRAFARE, ma ad ottenere più clienti, creare il tuo personal brand e migliorare il tuo posizionamento online.

Stai per assistere al lancio di qualcosa di mai visto! Vuoi scoprire di cosa si tratta?

Lascia qua i tuoi contatti ed appena lanceremo sarai il primo a saperlo!

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
Linkdin
Condividi su pinterest
Pinterest
Roberto

Roberto

Creatore di FotoImprenditore e del blog robertotarzia.com. Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web?! Aiuto fotografi e professionisti dell'immagine a sviluppare il loro business online.