Scopri le differenze fra un fotografo professionista ed un amatore

Indice

Come diventare un fotografo professionista? E cosa distingue un professionista della fotografia da un amatore? Basta essere bravi a fotografare per definirsi fotografi?

La risposta potrebbe essere scontata, ma la verità è che buona parte dei fotografi lì fuori non ha idea di quello che sta facendo, ma soprattutto di come lo sta facendo, pensa che il solo fatto di saper usare una reflex li renda automaticamente dei professionisti.

O, peggio, che il solo fatto di avere una Partita Iva definisca loro stessi come superiori agli altri.

Purtroppo non è così. Vuoi sapere perché? Perché molti, identificano come loro concorrenti tutti quelli con in mano una macchina fotografica e nella borsa un flash o un obiettivo, perché riconoscono nell’attrezzatura o in un pezzo di carta la professionalità.

In realtà possiamo rispondere alla domanda cosa ti rende un fotografo? in due modi, uno più scontato, semplicistico, banale ed uno più articolato, più fastidioso, lo definirei addirittura “amaro”.

Se non conosci la mia storia, ti consiglio di andare a leggerla prima di continuare, avere un contesto ti aiuterà a capire meglio quello che sto per dirti. Ovviamente non è obbligatorio e puoi semplicemente leggere quello che ho da dire, cercando di prendere le mie parole “cum grano salis”.

La Partita Iva definisce il fotografo professionista

La p.iva non definisce il fotografo ma le tasse
La p.iva non definisce il fotografo ma le tasse

Iniziamo con la risposta più banale, ovvero che il fatto di avere la Partita Iva ti renda automaticamente un fotografo professionista. In verità questa ti rende solamente un “pazzo furioso” (cit.) che avvisa lo Stato Italiano che vuoi essere riconosciuto come un professionista e che pagherai le tasse in cambio della possibilità di lavorare in Italia ed avere una pensione.

Il fatto che io dica di essere un cuoco non mi rende tale,  allo stesso modo, dire di essere un fotografo non mi rende effettivamente un fotografo, ma solo una persona che lo sostiene.

Di per sé, come puoi ben intendere, avere una posizione fiscale non vuol dire nulla, senza contare che, a differenza di un medico, un architetto od uno psicologo, non esiste un attestato che comprovi il fatto che sai fare il tuo lavoro.

Non esiste e non esisterà mai nemmeno un albo dei fotografi, al massimo ci sono delle associazioni che in cambio di una quota annuale ti permettono di inserire il loro bollino sul tuo sito internet.

Piccola nota a margine, anche se sono convinto sia scontata, nemmeno l’attrezzatura definisce un fotografo professionista. Anzi, molto spesso gli amatori con un buon budget hanno macchine fotografiche, luci e cavalletti decisamente più costosi di chi con la professione ci deve mangiare, e questo punto è importante tenerlo a mente perché è il perno di questo articolo, ma ci arriverò più avanti.

La bravura non definisce il fotografo professionista

Qui tocchiamo un tasto dolente: ci sono amatori decisamente più bravi di fotografi professionisti, come ci sono fotografi professionisti completamente incapaci di fotografare, ti assicuro che in vita mia ho visto dei “servizi fotografici” da far accapponare la pelle, fotografie realizzate talmente male, addirittura sfocate e senza il minimo senso dell’inquadratura, che mi hanno messo a disagio per chi me le ha mostrate.

Rimane il fatto che realizzare fotografie stupende non ti rende un fotografo professionista, ma una persona in grado di creare dei bellissimi scatti, il che è fantastico ma non risponde ugualmente alla domanda iniziale.

Togliti quindi dalla testa il fatto che chiunque sia in grado di scattare fotografie decenti sia un tuo concorrente. La sposa che si presenta da te in studio, pretendendo di avere un servizio matrimoniale a 500 euro perché “se costa di più lo faccio fare a mio fratello che ha la reflex” non sta cercando veramente un fotografo, suo fratello non ti sta portando via il lavoro e non devi abbassare il tuo prezzo per portare a casa a tutti i costi le noccioline che ti stanno lanciando.

Chi è il vero Fotografo Professionista

Ma allora quando ti puoi definire un vero fotografo professionista? Se volessi concludere questo  articolo con una sola frase (cosa che non farò), questa sarebbe:

Il fotografo professionista è quella persona in grado di vivere vendendo le proprie opere

Una frase semplice, che include tutto quello che definisce un fotografo, ma che deve essere un minimo analizzata , altrimenti perde di profondità e banalizza pesantemente tutta la categoria.

Prima di tutto, per definirsi fotografi bisogna avere un insieme di caratteristiche, che prese singolarmente non vogliono dire nulla, ma che sommate danno senso alla professione.

Nell’articolo “le 5 caratteristiche che definiscono un fotografo” ne ho fatto un’analisi dettagliata. Se hai voglia ti consiglio di dargli una lettura, in sintesi un fotografo deve essere in grado di realizzare immagini che emozionino, non perfette tecnicamente, ma che siano in grado di raccontare una storia e trasmettere un’emozione.

Allo stesso tempo però un fotografo deve essere in grado di vivere con il proprio lavoro, un fotografo professionista è a tutti gli effetti un imprenditore che, oltre ad essere in grado di curare il proprio prodotto, deve saper comunicare al mondo cosa lo differenzia rispetto ad un amatore o agli altri fotografi.

Deve quindi essere in grado di curare il proprio personal brand, deve saper portare avanti il marketing della propria attività ed elaborare delle offerte commerciali interessanti che non tendano semplicemente al ribasso, perché ci sarà sempre qualcuno disposto a fare un prezzo migliore a quello a cui sei disposto a lavorare tu, e ad acquisire lavori con offerte e sconti. È una strategia che denigra il tuo lavoro e l’intera categoria.

Quindi no, non basta avere la Partita Iva e sapere scattare fotografie, ma bisogna essere imprenditori, studiare non solo le migliori tecniche per ottenere un HDR da togliere il fiato, un primo piano eccezionale o il giusto modo di gestire luci e modelle, ma bisogna sapere come mandare avanti la propria attività, quanto e come investire il proprio budget pubblicitario (perché DEVI avere un budget pubblicitario), come seguire in maniera corretta il tuo account Instagram e come usare il tuo sito internet (che, per l’amor del cielo, non deve essere un semplice portfolio digitale, non nel 2019!).

Banner apertura community FotoHero

Sono aperte le iscrizioni alla LISTA DI ATTESA per FotoHero, la prima community dedicata esclusivamente a fotografi PROFESSIONISTI.

Un luogo dove NON IMPARI A FOTOGRAFARE, ma ad ottenere più clienti, creare il tuo personal brand e migliorare il tuo posizionamento online.

Stai per assistere al lancio di qualcosa di mai visto! Vuoi scoprire di cosa si tratta?

Lascia qua i tuoi contatti ed appena lanceremo sarai il primo a saperlo!

Come diventare un fotografo professionista

Non pensare che sia una strada semplice o che puoi percorrere semplicemente investendo dei soldi, se bastassero 100, 1000 o 10000 euro per diventare un vero fotografo professionista allora sarebbero tutti ricchi e la categoria non starebbe vivendo una crisi iniziata con l’avvento del digitale e continuata con l’avvento di telefoni in grado di surclassare reflex da migliaia di euro.

Come è necessaria l’attrezzatura, così bisogna investire in formazione, ma il vero investimento non è in denaro, bensì in tempo e buona volontà nel capire che non basta saper scattare.

Nel mio piccolo sto cercando di aiutare fotografi o aspiranti tali a diventare veri Fotografi Professionisti, ed ho creato FotoHero, un percorso strutturato, con un inizio ed una fine, che ti può aiutare a risolvere i principali problemi di tutti i giorni, a confrontarti con professionisti come te e crescere.

Lo scopo?

  • Fare in modo tu sia pagato il giusto ed evitare di combattere la guerra del prezzo (che non puoi vincere);
  • Farti parlare con altri professionisti come te, così sa dipanare i tuoi dubbi e poterti confrontare con altri fotografi;
  • Renderti cosciente di cosa devi imparare a fare e fornirti tutti i tutorial passo-passo che ho preparato nel tempo;
  • Fornirti tutto il materiale che potrà servirti per lavorare, dai moduli per realizzare i preventivi ai template per le tue offerte;
  • Metterti in contatti con i più importanti fornitori in Italia, selezionati per avere il massimo della qualità al miglior prezzo;

Se vuoi scoprire di più, qua sotto puoi lasciare la tua mail ed iniziare a seguire questo percorso di crescita.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
Linkdin
Condividi su pinterest
Pinterest
Roberto

Roberto

Creatore di FotoImprenditore e del blog robertotarzia.com. Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web?! Aiuto fotografi e professionisti dell'immagine a sviluppare il loro business online.