Siti per fotografi: l’errore numero 1

Indice

Sai qual è l’errore numero 1 del 90% dei siti di fotografi? Pensare che le immagini che contengono esprimano tutto quello che il cliente deve sapere.

Il fotografo medio pensa che siano le qualità delle proprie fotografie ad esprimere tutto quello che c’è da sapere, si da per scontato che le persone sappiano la differenza fra carta lucida ed opaca o fra una foto scattata in bianco e nero piuttosto che in seppia.

E ancora peggio, l’idea di fondo è quella di usare il proprio sito internet come “portfolio”, come se fosse un album che presenta i tuoi lavori e fa capire quanto sei bravo.

Ma davvero pensi che il tuo cliente sappia distinguere una bella foto da una brutta foto?

Mediamente una persona pensa che una fotografia sia tanto più bella quanto tu riesci ad alzare il contrasto e la vividezza della foto stessa.

Questo perché, diciamocelo, i clienti ignorano cosa ci sia dietro uno scatto, come debba essere letta una fotografia, quanto sia importante la regola dei terzi e quanto sia fondamentale per un fotografo professionista essere in grado di scattare foto interessanti senza utilizzarla.

Come riconosci un sito che NON funziona

Ci sono alcune caratteristiche comuni ai siti internete dei fotografi che non funziona, eccoti le 3 principali con tanto di spiegazione per non incappare negli stessi errori.

Troppe foto e poco testo

La principale caratteristica di un sito internet che non funziona, è quella di avere moltissime fotografie e pochissimo testo.

Il tuo cliente ha bisogno di sapere cosa sta guardando, devi spiegargli quali sono le tue caratteristiche, cosa rappresenta una fotografia e perché debba essere per lui interessante. Non parlo di inserire il diaframma usato o il tempo di scatto, parlo di guidarlo attraverso le emozioni e fargli capire perché PER LUI potrebbe essere interessante fare una fotografia come quella che sta guardando.

L’immagine fa fermare le persone, ma sono le parole a convincerle ad acquistare.

Certo, ci sono foto che “si vendono da sole” e ci sono fotografi ed artisti così grandi che non hanno bisogno di spiegare nulla, ma se il tuo nome non è Steve McCurry o Oliviero Toscani allora togliti dalla testa questa “strategia” ed inizia a pensare come un imprenditore, come un fotografo che deve far capire ai suoi potenziali cliente il perché devono scegliere lui per il  loro matrimonio, per la loro foto di famiglia o per immortalare la loro azienda.

Ma il motivo è anche tecnico, è molto più difficile indicizzare un sito internet senza testo piuttosto che uno con il testo. Con indicizzare intendo far trovare il tuo sito internet su Google, quando un utente cerca la fatidica frase “fotografo per matrimonio”.

Niente prezzi (non sia mai che scappino)

Non so dove è nata questa idea di non mettere il prezzo sul sito perché altrimenti il cliente potrebbe “scappare”.

Se il tuo lavoro vale 1000 e vuoi venderti a 1000 perché non dirlo? Perché sprecare tempo a spiegare a clienti che vogliono spendere 100 che sei il fotografo che fa per loro?

Se un cliente cerca un fotografo da 100 stai sicuro che gli puoi raccontare quello che vuoi ma non ti darà mai 1000, così come se il cliente è disposto a spendere 900 ti chiamerà comunque per poter trattare il prezzo.

Quello che penso è che molti fotografi hanno una cifra mentale che è il massimo che vorrebbero guadagnare, ma se uno gli offre la metà si accontentano ed al massimo si “sbattono” di meno. Questo tecnica da “sono alla canna del gas, quello che c’è prendo”, è un gioco al massacro che ti fa percepire come un fotografo di seconda classe, il motivo?

  • Non puoi mettere il 100% delle tue capacità in un lavoro pagato la metà di quello che vorresti, il risultato sarà un lavoro mediocre, al di sotto delle tue abilità, che ti farà cattiva pubblicità;
  • Tutti tireranno il prezzo il più possibile, sapendo che comunque tu scenderai a compromessi;
  • Chi ha un budget di 1000 andrà da un fotografo che vale 1000, non da uno che “dice” di valere 1000 ma si svende a 500.

Questi sono solo alcuni esempo, ma penso di aver reso l’idea.

Banner apertura community FotoHero

Sono aperte le iscrizioni alla LISTA DI ATTESA per FotoHero, la prima community dedicata esclusivamente a fotografi PROFESSIONISTI.

Un luogo dove NON IMPARI A FOTOGRAFARE, ma ad ottenere più clienti, creare il tuo personal brand e migliorare il tuo posizionamento online.

Stai per assistere al lancio di qualcosa di mai visto! Vuoi scoprire di cosa si tratta?

Lascia qua i tuoi contatti ed appena lanceremo sarai il primo a saperlo!

Il tutto fare

Sai perché gli sposi vanno da un fotografo e non da un amico? Perché il fotografo è un professionista che garantisce una qualità del lavoro all’altezza delle loro richieste, perché sanno che il lavoro verrà eseguito da qualcuno che ha studiato (sul campo o sui libri) per farlo.

Allora perché pensi di poter realizzare da solo il tuo sito internet? Magari usando servizi come Wix (Dio ti perdoni) che fanno tutto in 10 minuti?

Se stai giocando ok, non ci sono problemi, ma se ci devi lavorare allora hai bisogno di un professionista che sappia quantomeno cosa vuol dire:

  • SEO;
  • Crawler;
  • Backlink;
  • Responsive Design..

Creare siti internet è un lavoro molto complesso, richiede parecchio tempo e deve essere seguito da un professionista. Parliamoci chiaro, per 1000 euro o meno avrai un sito copia/incolla creato con il minimo dispendio di energie possibili. Un classico “sito vetrina” che non ti serve a nulla.

Se vuoi realizzare un sito che ti faccia lavorare la spesa minima si aggira intorno ai 2000 euro, qualcosa in più se vai in una agenzia. E sto parlando di minimo sindacale.

Come lo so? Realizzo siti da più di dieci anni, ho visto ogni sorta di professionista sul mercato e so bene quanto tempo e competenze servono per avere un prodotto di qualità, così come so quanto è facile raggirare i propri clienti che non conoscono questo mondo.

Perché credi io abbia realizzato FotoHero?

Quindi cosa fare?

Hai solo due opzioni per realizzare un sito internet che funzioni veramente, senza buttare via tempo e soldi.

  1. Studi tanto (ma veramente tanto), cerchi di capire cosa è la SEO, come si costruisce un sito in WordPress, quali template utilizzare, che argomenti trattare, come scrivere in maniera corretta, come realizzare un piano editoriale e cosa scrivere per portare traffico al tuo sito.
    Oltre a questo dovrai rimboccarti le maniche e capire come fare advertising per velocizzare l’acquisizione clienti.
  2. Paghi qualcuno che faccia tutto questo al posto tuo, può essere una realtà specializzata o un gruppo di professionisti, devi mettere a budget un investimento iniziale ed uno mensile per il matenimento delle campagne, che concorderai con il tuo consulente.

Questi sono gli unici due modi, in alternativa puoi valutare FotoHero, una community realizzata appositamente per supportare fotografi professionisti nel lavorare online, l’ho realizzato per aiutare tutti quei professionisti che sono stanchi di combattere la guerra dei prezzi e giocare al ribasso.

Ho vissuto l’epoca d’oro della fotografia e sono convinto che ci sia ancora spazio per chi lavoro con le immagini, bisogna solo capire come fare, per questo ho creato questa community. L’unica in Italia (che io sappia) di soli fotografi professionisti che vogliono crescere grazie al web.

 

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
Linkdin
Condividi su pinterest
Pinterest
Roberto

Roberto

Creatore di FotoImprenditore e del blog robertotarzia.com. Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web?! Aiuto fotografi e professionisti dell'immagine a sviluppare il loro business online.